Azzorre 2012 – Terceira

IMG_3177

Eccoci giunti all’ultima tappa del mio viaggio alle Azzorre, l’isola di Terceira è l’ultima visitata prima di far ritorno a Ponta Delgada e da lì muovere verso la terra ferma e verso casa.

Terceira è la seconda isola per dimensione dell’arcipelago, la città principale è Angra do Heroismo dichiarata patrimonio mondiale dall’Unesco nel 1983; in effetti è una cittadina carina affacciata sul mare (ma va?!?) dal monte Brasil si può godere di una splendida vista sulla città. Una giornata a spasso per le vie del centro girando tra i vari edifici storici e godendosi lo scorrere della vita, lento e rilassato, tipico di queste isole è un buon modo per scoprire questa cittadina. Per visitare il resto dell’isola come al solito è consigliabile di munirsi di un mezzo di trasporto, io mi sono preso uno scooter con cui ho girato in lungo e in largo l’isola, incappando nel tardo pomeriggio all’evento che sconvolge la tranquilla vita degli abitanti dell’isola… La toreada! La toreada è un evento che giornalmente, nel periodo estivo, si svolge in itinere nelle varie zone dell’isola; consiste essenzialmente nel liberare un toro per una strada poi degli intrepidi giovani ci giocano e lo stuzzicano mentre un manipolo di persone cerca di controllarlo con una corda per evitare danni irrimediabili. La gente si accalca dietro a delle protezioni di legno per godersi lo spettacolo, ma il massimo del divertimento per questa gente è quando il toro sfonda le protezioni fa qualche danno… insomma io mi li ho capiti e per non sbagliare mi sono visto questo show dall’alto delle terrazza di un bar godendomi qualche superbock gelata e un panino per placare la fame di un lungo giorno a cavallo del mio fedele scooter.

Note pratiche:

Ho alloggiato alla Pousada della Joventude che si trova fuori Angra do Heroismo, per la precisione a São Matheus, vicino a uno dei migliori ristoranti di pesce dell’isola (proprio sul porto di São Matheus). Con lo scooter ovviamente non è stato un problema muoversi ma il primo giorno è stato divertente fare autostop, in compagnia di un francese, ed essere caricati da una famiglia angolana e condividere il viaggio sul sedile posteriore con una bimba simpaticissima che mi guardava un po’ stralunata mentre si gustava un gelato che per metà è finito sulla sua maglietta e sui suoi pantaloni usati come un tovagliolo per pulirsi le mani. Il porto è decisamente lontano da Angra do Heroismo, si trova a Praia da Vittoria la seconda città dell’isola ma è anche abbastanza fuori dalla città percui un taxi purtroppo è l’unico mezzo per andare e venire dal porto alle città.

Prossima tappa Porto Santo e Madeira…

Annunci